Scrub corpo o esfoliante? Differenze tra esfoliazione chimica e meccanica

Scrub corpo o esfoliante? Differenze tra esfoliazione chimica e meccanica

Passaggio chiave della beauty routine per eliminare grigiori e opacità, l’esfoliazione rinnova la cute rimuovendo cellule morte e residui di trucco. Una pulizia profonda dei pori, che riduce i segni del tempo e rende la pelle vellutata. Ma quali sono le differenze tra esfoliazione chimica e meccanica? Come riconoscere i giusti prodotti per lo scrub corpo e viso?

Differenze tra scrub viso ed esfoliante

L’esfoliazione è importante ad ogni età, ma dopo i trent’anni diventa essenziale per conservare una pelle morbida. Colpa del rallentamento del naturale processo di rinnovamento cellulare, che determina una cute tendenzialmente più opaca.

Questa non è però una buona ragione per esfoliare quotidianamente. Anzi, un’eccessiva frequenza nell’applicazione di scrub corpo e viso rischia di danneggiare la pelle, andando ad intaccarne il naturale equilibrio idrico e rendendola secca. Gli esperti consigliano un trattamento settimanale, ma se vuoi aumentare scegli scrub corpo prodotti delicati, da usare al massimo due volte alla settimana.

È importante poi distinguere tra esfoliazione chimica e meccanica, trattamenti che agiscono in maniera diversa. L’esfoliazione viso meccanica avviene con lo sfregamento sulla cute di un composto granuloso. Mentre quella chimica utilizza elementi che sciolgono i legami tra le cellule della pelle, è il caso dell’esfoliazione viso con acido glicolico e con alfa idrossiacidi.

Lo scrub agisce con l’azione meccanica, gli esfolianti non granulosi con quella chimica. In entrambi i casi il risultato è l’accelerazione del processo di rinnovamento della pelle. Ma al momento della scelta vanno tenuti in considerazione aspetti diversi.

Come scegliere l’esfoliante o lo scrub corpo migliore per la tua pelle

Quando si parla di esfoliazione corpo il prodotto più gettonato è lo scrub, soprattutto per quanto riguarda zone in cui la pelle tende ad essere ruvida, come gomiti e talloni.

La formula dovrebbe rispondere alle esigenze della cute: se è delicata gli scrub corpo migliori sono quelli a base di zucchero, quando invece è piuttosto irregolare va bene uno scrub al sale. Ad esempio il Talasso Scrub Tonificante con estratto di ginepro di Sardegna di Collistar.

Chiaramente se la pelle è sensibile, sono sempre da preferire trattamenti che rientrano nella categoria dello scrub corpo naturale: tutta l’efficacia degli estratti vegetali e nessun rischio di irritazioni.

Seppur preferiti per la zona del volto, gli esfolianti chimici sono comunque una soluzione efficace per rimuovere la pelle morta dal corpo. Hanno formulazioni abbastanza dense e si presentano in forma di lozioni o creme.

Per una pelle del volto luminosa e rinnovata, la scelta più comune ricade sui prodotti che sfruttano le potenzialità dell’esfoliazione viso chimica. Quando l’obiettivo è contrastare colorito opaco e pelle secca, sono indicati i prodotti a base di alfa idrossiacidi. Mentre quelli con acido lattico, solitamente più delicati, sono adatti alle pelli sensibili e in generale a chi si avvicina per la prima volta a questo genere di trattamento.

Problemi di acne? Tra gli esfolianti viso i più indicati sono quelli con beta idrossiacidi, come l'acido salicilico, che penetrano in profondità nei tessuti. Lo scrub esfoliante viso resta comunque un’opzione valida: a differenza degli esfolianti chimici non richiede un periodo di posa, regalando un incarnato più luminoso con effetto immediato. Senza contare che, come lo scrub corpo, permette di regolare l’intensità dell’esfoliazione nelle zone con una maggiore disomogeneità della grana.

Condividi:

Echarme Feedaty 4.9 / 5 - 24106 feedbacks